I Giardini dell’Arte, per gli artisti

I giardini dell arte
I giardini dell arte

I Giardini dell’Arte sono un blog realizzato da Marina, che collabora con me nella realizzazione di Chiacchiere tra Donne, dedicato a tutti gli artisti.

Ho pensato di intervistarla, di solito è lei che intervista altri!!, per capire un po’ meglio questo progetto de I Giardini dell’Arte e come nasce.

Ecco l’intervista…

Sono molto curiosa di questo progetto, ce lo vuoi descrivere?

Volentieri! In Facebook ho conosciuto tantissimi artisti, che però molto spesso non escono dalle “mura” di questo incredibile quanto utile social network, ma per farsi conoscere occorre esplorare anche altri canali. Molti artisti hanno un sito personale, che però, non è veramente indicizzato da Google, così ho pensato che, realizzare un sito che fosse una sorta di contenitore, potesse essere una delle soluzioni possibili.

Che servizio viene offerto?

Al momento chi desidera avere quella che si potrebbe dire una vetrina personale non deve che contattarmi, rispondere alle domande dell’intervista, inviare una sua foto e una foto dell’opera che vuole far conoscere. Un servizio che mi costa molto tempo e anche denaro.

Perchè lo fai?

Creo che gli artisti abbiamo molto valore per la società e il loro lavoro debba essere riconosciuto.

Ospiti solo professionisti?

Assolutamente no. Ospito chiunque nei I Giardini dell’Arte. C’è l’autore affermato che pubblica da anni, o anche decine di anni, di capacità comprovate e l’esordiente che fa self publishing e non ha nemmeno fatto l’editing del libro. Sta poi al lettore, o al fruitore dell’opera decidere se ne vale la pena o meno. Ci sono autori sconosciuti che scrivono stupendamente e personaggi noti di cui non acquisterei un libro! Ma è normale. L’arte è molto personale e soggettiva.

Niente critica dunque?

No. Ho letto libri osannati che non mi sono piaciuti e libri praticamente sconosciuti che ho adorato perchè mi hanno dato molto. Credo sia questo il vero scopo e/o obiettivo dell’artista, dare qualcosa, ma ognuno trova ciò in quel momento è reale per lui.

Ti inserisco nella categoria donne famose?

Per carità divina! No!

Allora Donne e Impresa?

Molto meglio! Fino a poco tempo fa non osavo definirmi nemmeno una professionista. Non perchè non faccia il mio lavoro con scrupolo e al meglio delle mie possibilità, ma perchè ho visto e sentito tanti dire di esserlo per poi scoprire che non era così e non vorrei finire per fare lo stesso!

Ho letto le domande della tua intervista, sono molto particolari!

Sì. In genere le interviste si assomigliano un po’ tutte. Qualche anno fa andai a Roma per farne una per la casa editrice con cui avevo pubblicato un libro che mi aveva divertito, ho pensato di fare qualcosa di similmente simpatico!

Nei Giardini dell’Arte c’è anche pubblicità…

Sì, in parte è a titolo gratuito. Sostengo alcune associazioni che lavorano senza scopo di lucro per migliorare le condizioni della società e quindi mi è parso carino farlo sapere. Altre sono sponsorizzazioni per coprire almeno le spese di gestione del blog e via discorrendo. In pratica i click ci aiutano a stare al mondo!

Lavori anche per aziende, giusto?

Sì! È anche grazie a queste collaborazioni che conosco tante persone, magari arrivano in negozio, vedono i miei libri esposti, mi propongono lavori! Oppure vedono che ho realizzato i siti e me ne commissionano!

Vuoi aggiungere qualcosa?

Vorrei invitare tutti gli artisti a venire a far parte di questo progetto! Oltre ai I Giardini dell’Arte sono sulla rampa di lancio altri servizi, alcuni gratuiti altri a pagamento.

Il link per I Giardini dell’Arte.

 

[Total: 0 Average: 0]

Elettra

Elettra Scali è mamma, blogger, ghost writer, ma anche scrittrice per bambini e donne. Ama scrivere e leggere e la famiglia alla quale dedica molto del suo tempo. La trovate su Facebook e Google+. Per scrivere alla redazione: scriviallaredazione@gmail.com con oggetto Chiacchiere tra Donne.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: